IL MASSACRO DI ROBOSKI ALLA CORTE PENALE INTERNAZIONALE

Il BDP (Partito della Pace e la Democrazia) porta il caso della strage di Roboski alla Corte penale internazionale. La Commissione giustizia del BDP ha completato il rapporto sul massacro del 28 dicembre 2011 quando le forze armate turche (TSK) bombardarono intorno la località di Ortasu (Roboski) un villaggio in provincia di ??rnak provocando la morte di 34 civili. Nel rapporto, che comprende fotografie e le relazioni sul caso, il BDP chiede un’indagine sul massacro da parte dei pubblici ministeri ICC. I dettagli del ricorso saranno spiegato oggi in una conferenza stampa al Parlamento dal Presidente del Gruppo BDP Hasip Kaplan. Il co-presidente del BDP Selahattin Demirtas il 24 gennaio ha dichiarato di aver fatto appello al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite per indagare sul massacro di Roboski.


Related Articles

Sonia Jacinto, Miren Zabaleta, Arkaitz Rodriguez, Arnaldo Otegi…..

Tra meno di un mese saranno trascorsi due anni dalla operazione di polizia che portò all’arresto di 10 esponenti della sinistra indipendentista basca tra cui Sonia Jacinto, Miren Zabaleta, Arkaitz Rodriguez e Arnaldo Otegi. Operazione diretta dal giudice Baltazar Garzon che cadrà in disgrazia di li a poco a causa del sistema politico che con tanto impegno e ardore si era impegnato a difendere. Quello nato dalla assoluzione del regime franchista. E quella ultima operazione contra la sinistra indipendentista racchiude simbolicamente il senso di una vicenda politica che oggi evidenzia anche a chi “non ha voluto vedere in questi anni” i termini della questione. Una democrazia che non poteva evolversi, quella spagnola, vista l’origine viziata dalla omertà politica istituzionale dell’origine franchista. La sinistra indipendentista, unica reale e concreta contestazione a questa mancata origine costituente democratica sia spagnola e di conseguenza basca delle istituzioni politiche, che sceglie di abbandonare la strategia politico militare e di lanciare/accettare la sfida sul terreno strettamente politico.

Til Koçer border post seized by YPG

YPG (People’s Defense Units) have seized the Til Koçer border post on the frontier with Iraq early on Saturday, according

PACO ETXEBARRIA: I BUCHI NERI DELLA DEMOCRAZIA SPAGNOLA (SECONDA PARTE)

Professore nell’Istituto di Criminologia dell’ università del Paese basco. Nel sua professione di medico forense ha collaborato con il Governo

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment