LA CORTE SUPREMA DICE NO ALLA LEGALIZZAZIONE DI SORTU

by Talking Peace | 24th March 2011 10:55 am

La Corte Suprema spagnola ha negato status legale al nuovo partito della Izquierda Abertzale, Sortu.
La Corte ha comunicato che pubblicherà nei prossimi giorni le motivazioni della sentenza. Il governo spagnolo aveva chiesto alla Corte Suprema di non legalizzare Sortu sostenendo che rappresenta il successore di Batasuna e in questo senso conserva i legami con ETA.
Il verdetto della Corte non è stato unanime e ci sono volute dieci ore per arrivare alla sentenza. SORTU non è stato legalizzato per due voti (9 voti contrari e 7 favorevoli alla legalizzazione). Questo significa che il partito non potrà presentarsi alle elezioni di maggio. Ma significa soprattutto che il governo spagnolo – via il tribunale – ha scelto di imboccare la via del suicidio politico dello stato spagnolo nel Paese Basco, come ha scritto il direttore di GARA, Inaki Egondo[1].
E fuor di retorica, questa decisione, rappresenta se non l’omicidio, una ferita molto grave al processo democratico avviato dalla Izquierda Abertzale e dimostra la reale volontà del governo spagnolo che non accetta l’idea di una pace costruita da pari e tra pari.

Qui articoli dal quotidiano GARA[2]

Endnotes:
  1. Inaki Egondo: http://www.gara.net/paperezkoa/20110324/255755/es/Otro-paso-hacia-suicidio-Estado-espanol-Euskal-Herria
  2. Qui articoli dal quotidiano GARA: http://www.gara.net/paperezkoa/20110324/255754/es/El-Supremo-bloquea-inscripcion-Sortu-tres-votos-discrepantes

Source URL: https://test.globalrights.info/2011/03/la-corte-suprema-dice-no-alla-legalizzazione-di-sortu/