LA FOSSA COMUNE DE LA MACARENA.

Si torna ancora a parlare della fossa comune più grande dell’America Latina scoperta l’anno scorso nella località del La Macarena nella regione del Meta in Colombia. Dalle testimonianze degli abitanti del luogo e di familiari di scomparsi a causa dei “falsos positivos”, i circa duemila cadaveri che si presume siano interrati sarebbero responsabilità dell’esercito della Colombia.

Nel bel mezzo della crisi diplomatica con il Venezuela dopo che il presidente colombiano uscente, Alvaro Uribe, sostenuto dagli USA, aveva accusato il governo di Hugo Chavez di “ospitare su proprio territorio” gruppi della guerriglia delle FARC, la senatrice colombiana Piedad Cordoba, esponente istituzionale dei movimenti per i diritti umani, ha risposto duramente alle accuse di Uribe che criticò l’incontro realizzato, la settimana scorsa, da una commissione di eurodeputati con famigliari di vittime presumibilmente interrate a La Macarena.

Come riporta la televisione latinoamericana TeleSur, Piedad Cordoba attorniata dai familiari delle vittime, ha detto che “qui ci sono molti degli undici familiari dei ragazzi che furono chiamati a lavorare e poi apparvero assassinati, alcuni squartati e vestiti con uniformi della guerriglia rovesciate . Credo che questa sia la risposta e soprattutto i piacerebbe che il presidente ci desse invece una risposta agli scandali del DAS”, in riferimento alla scoperta di una rete di spionaggio dei servizi di informazione della Presidenza colombiana, agli ordini di Alvaro Uribe, di deputati, magistrati giornalisti e anche ambasciate di paesi latinoamericani.

Il presidente Alvaro Uribe, ha criticato l’incontro della delegazione internazionale, guidata da Piedad Cordoba, asserendo che “qui sono venuti i nemici delle Forza Pubblica della Sicurezza Democratica pochi giorni fa, a alimentare le calunnie contro l’Esercito della patria”. Uribe ha definito la delegazione , di cui facevano parte sei eurodeputati, come “portavoce del terrorismo”.


Related Articles

RIVOLTA, FOTO DI GRUPPO NELLA CASA “COMUNE” Orsola Casagrande

Dalla Sicilia alla Lombardia. Movimenti da tutta Italia per la due giorni di Marghera: «O si fa qualcosa adesso oppure

Bambini palestinesi svegliati nella notte per essere fotografati – Harriet Sherwood

         The Guardian». (traduzione Megachip), All’inizio di questa settimana sono andata a Nabi Saleh, un villaggio della

Non ho brindato con champagne però….non aspettatevi che piangiamo – Floren Aoiz

Gara. Hanno condannato Garzon. Non lo hanno messo in carcere, non l’hanno tirato giù dal letto alle prime luci dell’alba,

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment