MESSICO: GUERRA NARCOS. 4 MILA BAMBINI UCCISI

Mentre continuano a crescere quotidianamente il numero delle vittime della cosiddetta guerra del narcotraffico che dal 2006 ad oggi ha raggiunto la cifra di 22 700 vittime, la deputata messicana Teresa Inchaustegui, ha denunciato che in Messico sono 4000 i bambini uccisi nel conflitto promosso dal Governo contro il narcotraffico. Secondo il documento presentato dalla deputata, nessuna autorità federale o locale ha documentato se queste morti  sono a causa di una partecipazione diretta delle vittime in atti delittuosi. Inchaustegui ha anche aggiunto che la violenza che vive il Messico ha lasciato orfani 3 mila 700 minori di uno o ambedue i genitori, un problema che riguarda circa 20 mila famiglie messicane. La deputata messicana ha detto che non esiste un registro esatto di quanti civili innocenti o colpevoli sono morti nella guerra al narcotraffico promossa dal presidente messicano Felipe Calderon: “In non pochi casi” – ha detto – “è stata alterata la loro identità per includerli nelle migliaia di messicani prescindibili, inclusi nella lista dei sicari, che nella logica della guerra contro il narcotraffico sono carne da cannone”


Related Articles

BOLIVIA: ELEZIONI VINCE IL MAS

TeleSUR. Le elezioni regionali e municipali svoltesi domenica in Bolivia avrebbero riconfermato la maggioranza assoluta al partito Movimiento al Socialismo

UNA LEGALITA’ CHE PREOCCUPA

La presentazione del nuovo partito della sinistra indipendentista ha già provocato diverse reazioni politiche. Il PNV attraverso il suo presidente

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment