COLOMBIA: UCCISO DIFENSORE DIRITTI UMANI

Rogelio Martinez difensore dei diritti dei profughi interni colombiani, 3 milioni e 300 mila, è stato ucciso da sconosciuti nel dipartimento di Sucre (nordest  del paese).  Martinez è stato ucciso da “un gruppo di uomini vestiti di nero” che lo hanno fatto scendere dalla motocicletta mentre si dirigeva verso la  sua casa, ha denunciato il Movimento Nacional de Victimas de Crimenes de Estado (MOVICE) di cui Martinez faceva parte.  Il leader contadino aveva ricevuto già delle minacce nel 2008 e 2009 per le sue denuncie sulle infiltrazioni dei paramilitari nei corpi di polizia locali e regionali


Related Articles

Öcalan still hopeful process can progress

Extending her bairam greetings to the people in the province of I?d?r on Wednesday, BDP (Peace and Democracy Party) parliamentary group deputy chair Pervin Buldan talked about the most recent meeting she, together with ?dris Baluken, held with Kurdish leader Abdullah Öcalan in ?mral? prison.

According to Öcalan – Buldan said – the fact that no life has been loss, due to the unilateral PKK ceasefire, has been the only positive side of the resolution process going on for the last one year now.

Buldan said Öcalan believed the Turkish state and government should form the necessary legal ground if they want guerrillas to lay arms down and to get back into the society. “I still feel hopeful about this process which however requires some urgent legal arrangements from the government’s side.

Honduras: il Cardimale golpista in Italia. E’ presidente della Caritas Internazionale – Giorgio Trucchi

www.itanica.org. Erano passati pochi giorni dal colpo di Stato che aveva deposto e mandato in esilio il presidente costituzionale dell’Honduras,

Ulster 2010. Prigionieri politici. Sciopero della fame

Si intensificano le richieste per salvare la vita di un prigioniero repubblicano rinchiuso nel carcere di Maghaberry in sciopero della

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment