ARRESTATI QUATTRO GIOVANI INDIPENDENTISTI

Paradossali arresti questo pomeriggio in Iparralde (Paese Basco nord). Quattro giovani indipendentisti baschi che erano sfuggiti alla retata del 24 novembre scorso contro il movimento giovanile  Segi, che aveva portato all’arresto di 24 persone, sono stati fermati dalla Polizia francese in collaborazione con la Guardia Civil. I loro nomi sono: Carlos Renedo, Asier Colorna, Gaizka Likona, Olatz Izagirre. La stampa spagnola ha dato notizie contrastanti. Mentre i quotidiani El Pais e El Mundo accusavano i quattro di “far parte di ETA”, il quotidiano Publico sosteneva che “sono militanti di Segi ma non sono ancora entrati in ETA”. Accuse pesanti quando in realtà  i quattro giovani stavano vivendo una vita pubblica in Iparralde (Paese basco Nord). Si erano iscritti nell’ufficio di collocamento con i loro nomi , cosi come avevano registrato i loro telefoni ed i contratti di affitto. Da mesi stavano vivendo in Iparralde ed avevano partecipato ad attività politiche e mobilitazioni nelle province basche in Francia. Per il movimento pro amnistia basco questi arresti sono “un nuovo capitolo della guerra di propaganda” del ministro degli Interni spagnolo Alfredo Perez Rubalcaba, che ha messo in relazione questi giovani indipendentisti con ETA “quando sapeva che stavano conducendo una vita totalmente normale in Iparralde”. Secondo il movimento antirepressivo poliziotti in borghese avevano vigilato i  quattro giovani fin da quando avevano trasferito la loro residenza in Iparralde


Related Articles

SINDACATI BASCHI: NO A MISURE ANTISOCIALI

La maggioranza sindacale basca, ELA; LAB, ESK, STEE-EILAS, HENE e Hiru hanno convocato una manifestazione il 12 giugno prossimo, per

PROCESSATE IL MESSAGGERO

“La Corte Suprema statunitense ha confermato una legge di grande significato che permette di processare come terroristi quei cittadini statunitensi

PROPUESTA DE ANOETA – 2004

  PROPUESTA DE ANOETA   Este documento político quiere trasladar a la opinión pública los análisis y conclusiones a las

No comments

Write a comment
No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write a Comment